Chi siamo

Qualità, cura e sicurezza a inquilini e proprietari.

I giovani e la casa: prima, durante e dopo la pandemia

22 Novembre 2021

I giovani e la casa: prima, durante e dopo la pandemia


AD INIZIO 2022 OLTRE UN MILIONE DI GIOVANI IN PIÙ VIVRANNO FUORI CASA
Nel corso del 2021, DoveVivo e Ipsos hanno condotto una ricerca con l’obiettivo di indagare il nuovo modo di vivere dei giovani italiani, francesi e spagnoli e nello specifico: come la pandemia ha impattato sul concetto di “casa” e qual è il futuro delle soluzioni abitative per la generazione che nasce e vive con il concetto di sharing economy.

Dalla ricerca emerge che i nostri ragazzi (in totale 3.000 giovani tra i 18 e i 34 anni) sono sì molto legati alla propria famiglia ma hanno anche sogni, progetti e piani di vita che li vedono proiettati fuori da casa: il 40% dei giovani, infatti, prevede che abiterà fuori casa – numero che, se trasformato in termini assoluti, potrebbe portare ad aumento di circa un milione di giovani in cerca di nuove soluzioni abitative nei prossimi 6 mesi. Il dato non considera la quota di indecisi che potrebbe incrementare ulteriormente la domanda. 

L’impatto della pandemia è evidente soprattutto tra i fuorisede

Il 41% di loro è tornato a vivere con la propria famiglia per motivazioni affettive, emotive e pragmatiche. Il 31% delle persone intervistate è rimasto nella propria abitazione durante il lockdown mosso prevalentemente dal desiderio di restare a casa propria o dalle necessità di studio e lavoro.
Tuttavia, la situazione è già cambiata con la ripresa economica a cui stiamo assistendo: tra coloro che sono tornati a vivere con la propria famiglia durante la pandemia, 7 su 10 sono tornati dove vivevano prima dell’emergenza oppure stanno pianificando di cambiare casa nel prossimo futuro. 

Piani per il futuro

Nonostante la crisi, una media di quasi 3 giovani su 10 dichiara di essere riuscito a realizzare il proprio obiettivo già nel corso del 2020 o 2021. Fra le attività pianificate, l’andare a vivere con il partner è stata quella che ha registrato la percentuale più alta di realizzazione.     
Alta la quota di chi invece ha in programma di attuare il proprio piano (prevalentemente cambiare casa, città/paese o andare a vivere in condivisione) entro i primi tre mesi del 2022.

Fra dinamismo e stabilità

Il futuro dei nostri giovani si muove tra dinamismo e stabilità: vogliono viaggiare in altre città o paesi per collezionare ed arricchirsi di esperienze di studio o lavoro (39%) ma, al contempo, sottolineano la necessità di avere un lavoro fisso e un luogo stabile dove vivere e dove sentirsi a casa (42%). 
Dalla lettura dei dati, inoltre, sembra che i giovani vogliano investire su se stessi, riconoscendo i punti di forza della propria generazione: 7 su 10 vedono nella sharing economy e nella flessibilità di luoghi di vita e di lavoro un’opzione valida per perseguire i propri obiettivi, nel contesto di una generale consapevolezza della apertura e disponibilità alla condivisione. 

Scopri qui tutti i risultati

Com’è il coinquilino perfetto?
11 Gennaio 2022

Com’è il coinquilino perfetto?


Leggi tutto›
Aperto il primo Food&Beverage del mondo DoveVivo Campus
1 Dicembre 2021

Aperto il primo Food&Beverage del mondo DoveVivo Campus


Leggi tutto›
I giovani tornano a scegliere il coliving
7 Novembre 2021

I giovani tornano a scegliere il coliving


Leggi tutto›
Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti, e social plugin per migliorare l'esperienza dell'utente in conformità con l'informativa sulla privacy. Acconsenti a questo utilizzo?